Giornata Mondiale del Cuore 2016

Giovedì 29 Settembre 2016
SAN MARINO – La Giornata Mondiale del Cuore, organizzata dalla “World Heart Federation” e co-sponsorizzata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dall’UNESCO, è una campagna mondiale che si tiene dal 2000 con lo scopo di aumentare la consapevolezza riguardo alla salute in ambito cardiologico e la prevenzione delle patologie cardio-cerebro-vascolari.

La Segreteria di Stato per la Sanità e Sicurezza Sociale ha patrocinato la campagna di sensibilizzazione promossa dell’Associazione Cuore Vita, proprio per sottolineare l’importanza della prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Per l’occasione l’Associazione Cuore Vita ha creato un poster, in collaborazione con la Banca Agricola Commerciale che sarà affisso presso le strutture sanitarie dell’Ospedale di Stato, i Centri Salute, le Scuole di ogni ordine e grado e i nei Centri Commerciali.

Il poster descrive l’importanza della prevenzione delle malattie cardiovascolari e offre consigli per diminuire i fattori di rischio modificabili con corretti stili di vita e suggerisce di rivolgersi al proprio medico per controllarli.

La celebrazione del 29 settembre sia dunque di stimolo a “Riprendere in mano la propria vita”, slogan per l’anno 2016/2017. Il cuore infatti è l’organo che dà forza a tutto il nostro corpo e le malattie cardiovascolari sono ancora fra le prime cause di morte nei paesi sviluppati: oltre 17 milioni di morti ogni anno e rischiano di salire a 23 milioni nel 2030 se non si corre ai ripari.

Il Segretario di Stato Francesco Mussoni ha sempre sottolineato l’importanza della prevenzione, partecipando, patrocinando e organizzando eventi informativi per una prevenzione a 360°.

Prevenire questo flagello dipende soprattutto dagli stili di vita: smettere di fumare va a beneficio di tutti, familiari ed amici non più costretti a respirare fumo passivo e anche a beneficio del nostro portafoglio considerando che circa 1800 euro all’anno vengono spesi in sigarette.

E’ fondamentale mangiare e bere sano, limitare il consumo di cibi industriali spesso ricchi di grassi e zuccheri, come pure le bibite zuccherate. Ideale nella nostra dieta quotidiana sono 5 porzioni di frutta e verdure grandi quanto un pugno. Quanto all’alcool un bicchiere di vino rosso a tavola per le donne o due per gli uomini.

Alcuni fattori di rischio: la glicemia, se troppo alta significa rischio diabete che nei casi gravi può predisporre all’infarto; l’ipertensione arteriosa è il cosiddetto ‘killer silenzioso’ è un grosso fattore di rischio per infarto e ictus; il colesterolo troppo alto aumenta il rischio cardiovascolare ed il sovrappeso contribuendo ad aggravare la situazione.

L’attività fisica può ridurre il rischio cardiovascolare – bastano 30 minuti di moderata intensità 5 volte la settimana. Non è necessario diventare atleti, le occasioni per muoversi sono tante: basta camminare, giocare, ballare, fare lavori domestici, preferire le scale all’ascensore. Oltretutto fare attività fisica in compagnia di familiari e amici è anche divertente, un momento per socializzare. Prima di iniziare qualunque attività sportiva è buona norma chiedere consigli al medico.

Il cuore ci fa amare, ridere e vivere la vita pienamente, bastano piccoli accorgimenti per preservarlo il più a lungo possibile in buono stato. Non è mai tardi per incominciare.

Il Segretario di Stato Francesco Mussoni ha dichiarato “è stato un onore poter collaborare e sostenere le Associazioni e i cittadini che, con grande competenza, professionalità, entusiasmo e amore, hanno organizzato o promosso eventi legati al benessere della popolazione. Traguardi importanti che si possono raggiungere solo con la stretta collaborazione tra le Istituzioni e la popolazione che mi auguro possa continuare anche in futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.